ACCETTA I COOKIE

Questo sito utilizza cookie anche di terzi per migliorare la tua esperienza web o offrirti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di piĆ¹ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie

SEGUICI SU: facebook youtube 

Rassegna stampa 2002

 
25 agosto 2002   
 Faggioli concede il bis, Serafini vince nelle storiche
Simone Faggioli concede il bis. Un anno dopo, il giovane pilota toscano si impone nuovamente a Gubbio, nella trentasettesima edizione del Trofeo “Luigi Fagioli”, gara valida per la Coppa Italia della Montagna. Così come lo scorso anno è stata una vittoria netta, costruita nella prima manche e difesa senza troppi problemi nella seconda. Faggioli ha fatto segnare un ottimo tempo durante la salita della mattina, fermando il cronometro a 1'51” e 74 centesimi, distanziando di due secondi e mezzo il suo rivale di sempre in questi ultimi anni, Franco Cinelli. La seconda manche è stata invece “penalizzata” dall'asfalto sporcato in vari incidenti e guasti meccanici e quasi tutti i piloti hanno tirato i remi in barca per non rischiare oltre il dovuto. Alla fine il distacco tra il vincitore Faggioli e Cinelli è stato complessivamente di 4 secondi e 35 centesimi. Al terzo posto si è classificato Erasmo Bologna al volante di una Osella PA 20S motorizzata BMW, esattamente come quella del vincitore. Ottima la prova del pilota eugubino Raimondo Saldi, ottavo assoluto, ma con un prototipo di classe CN 2. Saldi è finito immediatamente alle spalle dell'altro eugubino Mauro Rampini, rallentato nella prima manche da un problema al cambio. Da sottolineare anche l'ottimo risultato di un altro pilota di casa, Gianni Urbani, che alla guida di una Ford Escort Cosworth, ha messo alle sue spalle tutte le vetture dei gruppi N e A. La giornata di motori è stata completata dalle competizioni riservate alle vetture storiche e da quelle con scaduta omologazione. Nella gara delle autostoriche, valida per il Campionato Italiano Velocità e Montagna e per il Challenge Historique FIA, si è imposto Michele Serafini su Osella PA 7. Serafini ha ribaltato il responso della prima manche, superando di slancio Giuliano Peroni finito secondo. Sempre nelle autostoriche, nella classifica della Federazione Internazionale dell'Automobile, la vittoria è andata a Daniele Grazzini. La gara delle auto storiche è stata caratterizzata dalla presenza di varie vetture di grandissimo valore, come la Ferrari GT Carma di Roberto Benelli, vero e proprio pezzo da museo. Nella classifica VSO della Adria &VSO Internaztional Cup 2002, vittoria per Andrea Paolo Mammone con una “storica” Fiat X19. Alla gara eugubina, lungo i 4 chilometri e 150 metri che collegano Gubbio al valico di Madonna della Cima, ha assistito un pubblico molto numeroso.
24 agosto 2002   
Fagioli, i primi verdetti
Arrivano i primi verdetti di questa prima giornata di gara della 37° edizione del Trofeo Luigi Fagioli. Tutto come previsto nelle prove ufficiali delle auto moderne, con il duello della scorsa stagione rinnovato tra Franco Cinelli e Simone Faggioli, entrambi su Osella. L'ha spuntata, per il momento, quest'ultimo, che ha fermato il cronometro su 1'54''53, percorrendo i quattro chilometri circa del tracciato alla media di 130, 446 km/h. Per Franco Cinelli la seconda piazza, con 1'56'77 alla media di 127,944 km/h. Terzo Erasmo Bologna, ancora su Osella, con 1'57''42. Segue in gradutaoria un altro protagonista di molte edizioni del Trofeo, Rosario Iaquinta, tallonato dall'eugubino Mauro Rampini, quinto. Da sottolineare la prova assai positiva di Raimondo Saldi, ottavo assoluto. L'eugubino, correndo su un prototipo Cn/2 da due litri ha messo in fila molti concorrenti con vetture Cn/3 e Cn/4, molto più performanti.
Nelle auto storiche, la prima manche di gara fa registrare il primo posto di Giuliano Peroni, che ha messo tutti in fila, confermando anche il verdetto delle prove ufficiali, facendo fermare il cronometro sul tempo di 2'01'70. Il vincitore della scorsa edizione è seguito in graduatoria da Michele Serafini, anche lui secondo in prova, che ha percorso il tracciato in 2'03'40. Terzo posto per Uberto Bonucci con il tempo di 2'07'42. Nella consueta sfilata di splendide vetture che partecipano al Trofeo Fagioli, da segnalare quest'anno la splendida Ferrari GT con cui partecipa Robeerto Benelli, un altro fedelissimo dei tornanti della Gola del Bottaccione.
23 agosto 2002   
Fagioli, al via anche una vettura diesel
Si annuncia un'edizione da record per il Trofeo “Luigi Fagioli” in programma sabato 24 e domenica 25 agosto. Tutti i migliori specialisti della velocità in salita si danno appuntamento per il prossimo fine settimana lungo i tornanti della Gola del Bottaccione. Il vincitore della scorsa edizione Simone Faggioli dovrà vedersela soprattutto contro l'avversario di sempre Franco Cinelli. Ma si annunciano grandi firme anche tra le vetture di gruppo N, gruppo A e nel Challenge Salita, dove daranno spettacolo la Ferrari 360 Modena di Leonardo Isolani e varie BMW M3 e Lancia Delta HF. Molto nutrito anche l'elenco degli iscritti tra le vetture storiche che si disputeranno la XIV Coppa Città di Gubbio, nella gara a loro riservata valida per il Campionato Italiano Velocità, Campionato Italiano Montagna e Challenge Historique FIA. Tra le auto moderne da segnalare anche la presenza di una vettura con motore diesel: si tratta della Seat Ibiza TDI condotta da Silvana Di Feo della scuderia Sport Cars Racing.