ACCETTA I COOKIE

Questo sito utilizza cookie anche di terzi per migliorare la tua esperienza web o offrirti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di piĆ¹ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie

SEGUICI SU: facebook youtube 
22 agosto  
La prima volta di Cinelli, Faggioli è secondo ore 17.100

Franco Cinelli aveva accarezzato il sogno di salire sul podio del Trofeo Fagioli. E fino ad oggi, questo traguardo gli era sfuggito più volte per un soffio. Ma stavolta, con il tempo prestigioso di 1'46''56, a soli tre secondi dal record di Tschager, il pilota della scuderia Sports Car Racing ha portato la sua Osella Bmw sul gradino più alto del podio. Alla fine il tempo totale della gara è stato di 3'34'14. Alle spalle del vincitore si piazza Simone Fagioli. Il pilota toscano ha fermato il cronometro sul tempo di 3'35''32, staccando di cinque secondi Franco Lasia e la sua Osella Bmw (3'39''20). Nelle vetture scaduta omologazione, vittoria per Carlo Tozzi su Peugeot 205, con il tempo di 2'09'09, seguito da Mario Lorenzetti su Lucchini (2'09'98 il suo tempo) e da Marco Naldini su Bmw M3 con un tempo di 2'13''12. L'eugubino Gianni Urbani, dopo l'annuncio del ritiro dalle corse trionfa nel gruppo N con un buon tempo (4'18''31 con la sua Ford Escort Rs). Mauro Rampini con la sua Osella Pa 20 con motore Bmw (3'53''64) è arrivato nono nella classifica del gruppo Cn 4 e porta a casa un quattordicesimo posto assoluto. Ora l'appuntamento è per la grande kermesse del prossimo anno, quando il Trofeo Fagioli compirà 40 anni. Classifiche e Tempi

22 agosto  
Storiche: Bonucci - bis, Peroni a 3''    ore 12.30

Umberto Bonucci su Osella PA/3 ha vinto la sedicesima coppa Città di Gubbio per auto storiche. Dopo aver primeggiato nella manche di sabato il portacolori della scuderia Piloti Senesi si è ripetuto anche nella seconda, decisiva, manche che si è corsa domenica infliggendo al suo diretto avversario, il toscano Giuliano Peroni, anche lui su prototipo Osella PA/3, un distacco totale di 3 secondi. La terza posizione assoluta è andata invece al pilota della repubblica ceca Joseph Michl che ha confermato nella seconda manche l'eccellente prestazione della prima frazione di gara guidando una agilissima Skoda 130 Rs. Quarto posto assoluto invece per Giancarlo Piccardi al volante di una Fiat 128 coupè mentre lo svizzero Walter Pauli su Alpine A 110, che nella prima manche si era classificato quarto, nella somma dei tempi finali è scivolato in quinta posizione.
(Francesco Ippolito)

22 agosto  
Duello Faggioli - Cinelli - Fattorini   ore 23.00

Simone Faggioli prenota il successo per la 39^ edizione della cronoscalata di Gubbio. Il forte pilota toscano infatti è risultato il migliore al termine delle due sessioni di qualifiche che si sono svolte ieri lungo la statale del Bottaccione guidando un Prototipo Osella CN2 motorizzato BMW. Alle sue spalle la seconda migliore prestazione l'ha siglata un altro pilota toscano, Franco Cinelli alla guida di una Osella BMW classe CN4 ma tutta l'attenzione in questa prima fase sportiva della gara eugubina era per il vincitore dello scorso anno, l'orvietano Fabrizio Fattorini, che con la sua Osella motorizzata Honda classe CN2 ha fatto segnare il terzo tempo assoluto. “Sono abbastanza soddisfatto di queste qualifiche” Ha dichiarato il pilota di Porano “Qui a Gubbio sto utilizzando per la prima volta le gomme Avon radiali che impongono una guida totalmente diversa rispetto ai pneumatici con carcassa tradizionale . La macchina va molto meglio e soprattutto è molto più precisa nella guida. Credo che con qualche piccolo aggiustamento di assetto sarò in grado di potermi giocare l'assoluto con Faggioli e Cinelli. Sarà sicuramente una gara molto tirata e ci sarà uno scarto davvero minimo tra noi che lottiamo per l'assoluto”. Davvero soddisfatto della sua prestazione in prova anche Gianni Urbani. Il pilota eugubino, che proprio ieri sera ha annunciato di volersi ritirare dalle gare, è stato protagonista di una prestazione record al volante della sua Ford Escort preparata da Alvaro Santilli, facendo segnare un tempo di poco inferiore a 2'07” che rappresenta il nuovo primato in qualifica per le vetture turismo di Gruppo N. Intanto ieri si è corsa la prima delle due manche riservate alle auto storiche dove a primeggiare è stato Bonucci su Osella PA3 seguito ad un solo secondo e 18 centesimi dal toscano Giuliano Peroni mentre al terzo posto si è piazzata a sorpresa la Skoda 130 del pilota ceco Jospeh Michl che ha preceduto la Renault Alpine dello svizzero Pauli. Oggi si correrà la seconda manche delle vetture storiche e con un occhio ai risultati di ieri siamo certi di poter assister ad un bel duello tra Bonucci e Peroni per la vittoria assoluta. Un ultima nota riguarda infine il pilota eugubino Giuseppe Nuti che nella prima sessione di qualifiche di ieri è stato protagonista di uno spettacolare incidente. Subito soccorso il portacolori della scuderia Città di Gubbio è uscito illeso dalla paurosa carambola ma oggi purtroppo non potrà prendere il via a causa degli ingenti danni subito dalla sua vettura.
Grande affluenza invece venerdì sera per la consegna del Memorial Angelo e Pietro Barbetti. In una affollata serata, trasmessa anche in diretta televisiva sull'emittente Tele Radio Gubbio, organizzata alla discoteca Estasja di Gubbio si sono radunati piloti, ufficiali di gara e organizzatori per un'anteprima della manifestazione. Si è parlato quindi della storia della gara eugubina, delle sue origini e dell'importanza che ha assunto nel corso degli anni tanto da divenire una delle più importanti cronoscalate italiane. Dopo un suggestivo ricordo di Luigi Fagioli, realizzato anche con il contributo di immagini d'epoca, e una serie di filmati, tra cui un camera car, delle passate edizioni, sono stati premiato anche i tredici piloti eugubino che prendono parte all'edizione 2004 tra cui Gianni Urbani che dopo 25 anni di carriera ha annunciato di voler concludere la propria carriera sportiva proprio con l'edizione odierna della gara di casa. Il momento clou della serata è stato dedicato alla consegna del Memorial Angelo e Pietro Barbetti al più grande pilota italiano e forse mondiale della specialità: il pistoiese Mauro Nesti che ha ricevuto il prestigioso riconoscimento dalle mani di Giovani Barbetti. Il programma di domani prende il via alle 10.30 (chiusura del percorso al pubblico alle re 10). Si inizia con la seconda manche delle auto storiche a cui seguiranno poi le vetture moderne e le auto di scaduta omologazione. Alle 14.30 partirà invece la seconda manche per le auto moderne e la classifica finale assoluta sarà determinata dalla somma dei tempi delle due frazioni di gara. La premiazione dei vincitori del 39° Trofeo Luigi fagioli si svolgerà invece alle 17.30 nella zona dell'arrivo.
(Francesco Ippolito)

20 agosto  
230 al via, con Urbani che chiude con 25 anni di corse    ore 06.30

Conto alla rovescia ormai in fase finale per la trentanovesima edizione del Trofeo Luigi Fagioli di Gubbio che vedrà al via ben 230 piloti (clicca qui per l'elenco iscritti) . Si rinnova così il successo organizzativo del C.E.C.A. (Comitato Eugubino Corse Automobilistiche) che ha lavorato un intero anno per portare a Gubbio i migliori piloti italiani che non rinunciano a sfidarsi sull'impegnativo e veloce percorso di 4150 metri che dall'abitato di Gubbio porta alla Madonna della Cima. La valdità sportiva del Trofeo fagioli è stata elevata quest'anno a Trofeo Italiano della montagna, una titolazione che rappresenta l'anticamera del campionato italiano assoluto che dovrebbe arrivare a Gubbio nel 2005, giusto in tempo per festeggiare i 40 anni della corsa.
Tanti i grandi nomi che saranno al via, è tra questi il vincitore dell'edizione 2003, l'orvietano Fabrizio Fattorini che anche in questa occasione punta al primato assoluto guidando la sua Osella motorizzata Honda. Tra i favoriti anche il toscano Franco Cinelli che a Gubbio ha sempre ottenuto risultati di prestigio mentre tra i piloti di casa in grado di inserirsi nelle parti alte della classifica merita attenzione la presenza dell'eugubino Raimondo Saldi che, Come Fattorini, guiderà una Osella motorizzata Honda, e dell'altro eugubino Mauro Rampini che affronterà i tornanti di casa al volante di una Osella motorizzata BMW. Un cenno particolare invece va all'eugubino Giani Urbani, da sempre tra i protagonisti assoluti nella categoria turismo e detentore del record di classe su questo percorso. Urbani, che ha alle spalle una carriera sportiva lunga ben 25 anni, ha deciso dire addio alle corse proprio davanti al suo pubblico guidando l'ormai inseparabile Ford Escort Cosworth turbo preparata da Alvaro Santilli, vettura con la quale punterà non solo a centrare il successo di classe, ma anche quello della categoria turismo con l'intenzione di siglare anche il nuovo record. Particolarmente nutrito anche lo schieramento delle vetture storiche grazie alla validità per il campionato italiano e quello europeo della categoria. (Francesco Ippolito)

19 agosto  
Memorial "Barbetti": il premio a Mauro Nesti ore 23.30

Occhi puntati sul Memorial Angelo e Pietro Barbetti. Diversamente da quanto accaduto nelle passate edizioni la cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento si svolgerà non più il sabato sera ma il venerdì, alla vigilia del week end sportivo del Trofeo Fagioli proprio per favorire una maggiore affluenza dei piloti e degli addetti ai lavori. Il luogo prescelto per l'incontro, che in questa occasione assumerà un tono più informale, è la discoteca Estasja di Gubbio dove si attende una massiccia presenza per festeggiare il pilota che più di tutti in questi anni ha rappresentato la velocità in salita in Italia e nel mondo. A ricevere il riconoscimento sarà infatti Mauro Nesti, pilota di San Marcello Pistoiese che può essere davvero considerato il più grande di tutti i tempi. Una carriera iniziata con le moto alla fine degli anni 50c come pilota ufficiale MV e poi il salto nelle quattro ruote e la passione per le cronoscalate. Ben 500 le gare al suo attivo con altrettante vittorie. Diciassette titoli italiani assoluti della montagna e ben nove titoli europei per questo simpatico toscano che ama le corse più i ogni altra cosa e che ama raccontare aneddoti ed episodi della sua lunga carriera. La serata inizierà alle 21.30 e sarà trasmessa anche in diretta Tv sull'emittente regionale Tele radio Gubbio e proprio durante la diretta, oltre alla consegna del Memorial, si alterneranno sul palco diversi ospiti, tra cui il sindaco di Gubbio Orfeo Goracci e il Presidente dell'azienda turistica Alto Chiascio Renzo Menichetti, ma ci saranno anche il direttore di gara Marcello Cecilcioni, il Presidente del comitato organizzatore Loris Ghigi, un a folta pattuglia di piloti di Gubbio e diversi ospiti di spicco presenti alla manifestazione tra cui l'orvietano Fabrizio Fattorini, vincitore della passata edizione del Trofeo Fagioli, e Franco Cinelli, considerato uno dei decani delle cronoscalate italiane. Durante la serata saranno trasmessi anche numerosi filmati che riguardano la storia della manifestazione, il profilo di Luigi Fagioli, pilota al cui è intitolata la gara, e un camera car ripreso da una macchina in corsa lungo il tracciato, che sarà commentato dai piloti presenti. (Francesco Ippolito)

13 agosto  
Il Trofeo Fagioli scalda i motori    ore 11.55

Sono già caldi i motori della trentanovesima edizione del Trofeo Luigi Fagioli. La gara automobilistica internazionale di velocità in salita anche quest'anno si prepara alla sfilata di performanti vetture turismo, prototipi, ed affascinanti auto d'epoca lungo il tracciato che da Gubbio porta a Madonna della Cima. E ad affrontare le curve insidiose dei quattro chilometri del percorso, ancora una volta, ci saranno i maggiori big della velocità montagna, pronti ad incrociare le spade per succedere all'orvietano Fattorini, trionfatore nella scorsa edizione con un tempo record. La gara automobilistica è intitolata alla memoria del grande pilota Luigi Fagioli, nativo di Osimo ma eugubino d'adozione, grande protagonista negli anni 30 e 40 al volante di Ferrari, Alfa Romeo e Lancia, protagonista di storiche imprese in formula Uno ed alla Mille Miglia. Fagioli scomparve prematuramente in seguito ad un incidente durante un gran premio. C'è grande attesa anche per l'aggiudicazione del memorial “Angelo e Pietro Barbetti”, intitolato a due imprenditori di Gubbio con la passione per i motori. E quest'anno l'ambito riconoscimento andrà a Mauro Nesti, diciassette volte campione d'Italia e otto volte campione d'Europa di velocità Montagna. Il memorial è stato assegnato negli anni a personalità di spicco nel mondo dell'automobilismo, come Pietro Osella o, nella scorsa edizione, a Dindo Capello, pluripremiato pilota vincitore della mitica 24 ore di Le Mans. La gara, che attrae ogni anno migliaia di spettatori, addetti ai lavori ed appassionati, è valevole per il campionato Europeo e per Campionato e Coppa Italia della Montagna, per le auto storiche, e per il neonato Trofeo Italiano Velocità Montagna per le auto moderne. Da non perdere la grinta con cui i prototipi fiammanti e le altre vetture aggrediscono le curve sinuose del tracciato montano umbro, per una due giorni non solo di sport, ma anche di grande festa. Il Trofeo Fagioli si conferma infatti una delle grandi classiche italiane di questa affascinante disciplina motoristica e, dopo il successo, sempre in crescendo, delle ultime edizioni (lo scorso anno c'erano 237 piloti al via), c'è da aspettarsi una gara emozionante anche per questa edizione, che rappresenta già un succoso anteprima del grande evento previsto l'anno prossimo, quando il Trofeo Fagioli compirà quaranta primavere. Tanta carne al fuoco per i fanatici delle quattro ruote anche nel sito internet della manifestazione, www.trofeofagioli.it: news, dati, foto esclusive e, nei giorni di gara, classifiche e tempi. Lo spettacolo sta per cominciare.